Dom de Mischabel m 4545
gruppo Mischabel - Vallese - Valais (CH)
Alpinismo, AD-
disl. 1650
durata 6:30

Castro Viki NOSPAMvichi@libero.it
2° giorno
Si parte molto presto dal rifugio ( ore 3 - 3.30) , risalendo inizialmente il filo della morena del Festigletscher poi , tenedosi tra la cresta e il ghiacciaio mettere piede su quest' ultimo, e risalento un primo ripido tratto con piccoli ma numerosi crepacci. Proseguire facilmente tenendosi alla sinistra fino al punto più favorevole per salire sulla cresta . Un breve tratto di roccette ( II° grado) permette di salire su un pendio di sfasciumi che portano in cresta , seguirla fino all' insellatura del Festijoch (mt 3723) . Da questo, seguendo la via normale, scendere sul Ghiacciao Hohberg perdendo 50 - 60 mt di dislivello , quel tanto che basta per aggirare dei serracchi. Puntando decisamente verso la conca formata dal Nadelhorn e Lenzspitze, poi girare verso destra quindi verso la vetta del Dom. Il pendio si fà sempre più ripido fino a toccare , in prossimità della vetta circa 45° di pendenza. Tempo previsto: 5 - 6h 30 min Materiale : corda, picozza, ramponi, lampada frontale, buona scorta d'acqua. E' possibile effettuare anche l' intero percorso con gli sci. Spesso la via normale presenta molta neve fresca che rende faticosa ,non poco, la salita. Per cui spesso si sale dalla cresta nevosa che si innalza verticalmente dal Festijoch, con inclinazione massima , nei tratti iniziali, di circa 50 ° , per poi riunirsi quasi in vetta, alla via normale. Complessivamente è una salita facile ma molto faticosa , soprattutto và considerato il secondo giorno : 1606 mt in salita e ben 3145 mt in discesa ! Per questo motivo il Dom è uno dei pochi 4000 facili , non soggetto a sovraffollamento.



Tappe (2)

Lavori in corso...

indietro