Corna Camozzera m 1450 m
Prealpi Lombarde - Gruppo del Resegone - Lombardia
Escursionismo, EE
disl. 1000 m circa in totale, numerosi saliscendi
durata 6 h 30'

Radice Giuliano doramarkus1@virgilio.it
Traversata di crinale Monte Tesoro-Corna Camozzera
Da Calolziocote (BG) si raggiunge in macchina Carenno, si curva subito a sinistra dopo i campi sportivi e si parcheggia nei pressi del cartello che indica la mulattiera per il paesino di Colle di Sogno. Raggiuntolo in circa 25', si prosegue a sinistra sul sentiero che passa a destra di una santella (radi segni gialli); dopo poco un cartello con indicazione Valcava ci conferma che siamo sulla giusta via. Si segue l'indicazione e, sempre seguendo i bolli gialli, ora piu' frequenti, si esce dal bosco nei pressi di un roccolo posto in posizione panoramica. Si prosegue seguendo il sentiero che percorre a mezza costa il Monte Tesoro per poi raggiungere una strada asfaltata che si segue in salita per pochi metri finche', ad un tornante, non compare l'indicazione per la vetta del Monte Tesoro. Tale cima (m. 1432), deturpata da una costruzione, viene raggiunta dopo circa 1 h dalla partenza. Sono intanto comparsi anche i segnavia CAI "571" e "DOL", che seguiremo per lungo tempo. Si segue il crinale, passando dalla localita' Forcella Alta e poco sopra il ristorante Pertusino, sempre seguendo il 571. Si passa a sinistra di un edificio abbandonato e, dopo un ponticello, si incontrano le indicazioni per il sentiero 588. Con un tratto ripido raggiungiamo la cima dell'Ocone (croce, m.1380), scendiamo in maniera altrettanto ripida fino alla forcella che separa questa cima dalla Corna Camozzera (m. 1450) a cui infine perveniamo salendo un ripido canalino erboso. Sono passate circa 3 h dalla partenza. Proseguiamo sulla cresta affrontando subito in discesa delle roccette (attenzione con neve e bagnato!!); con numerosi saliscendi e con stupenda vista sulla vicina parete del Resegone, dove spiccano i 2 rifugi Alpinisti Monzesi (sotto il passo del Fo') e Azzoni (appena sotto la cima), giungiamo infine al valico della Passata, antico punto di confine. Brevemente in discesa a destra e poi a sinistra sul sentiero 571 (indicazione Pertus) che, in 1h, aggirando dal basso la Corna Camozzera (impressionante la parete vista da questo lato) ci riporta al bivio col 588. Si va a sinistra (tratto percorso gia' all'andata) fino alla costruzione abbandonata. Qui si procede per pochi minuti in piano su un evidente sentiero fino ad un gruppo di edifici. In discesa a destra su tracce fino ad incontrarne una piu' evidente (bolli gialli) che diventa una mulattiera. Si attraversa la localita' di Brollo e da qui si prosegue sulla strada asfaltata fino al punto di partenza. Commenti: bellissima escursione di crinale che percorre lungamente facili sentieri segnalati. Il sentiero 588 e' invece un po' impegnativo dal punto di vista escursionistico (ripidi pendii e un tratto di roccette da percorrere in discaesa).


Lavori in corso...

indietro