Rif.Crete-Sèche e biv.Spataro m 2600
Mont Gelé - Val d' Aosta
Escursionismo, E
disl. 900
durata 2.30

Diani Andrea dianiandrea@yahoo.it
Vallone di Crete-Sèche (Valpelline)
 
Itinerario sul versante settentrionale della Valpelline, tra il gruppo del Mont Gelé e la catena di confine con la Svizzera. La prima parte, fino al rifugio, si svolge lungo una strada interpoderale chiusa al traffico che poi diventa sentiero, con una salita graduale senza significativi strappi. E' più faticoso raggiungere il bivacco, da cui si può proseguire per il colle di Crete-Sèche per un brullo altopiano pietroso. Accesso. Da Aosta seguire la strada del Gran San Bernardo per circa 4 km. , poi imboccare la deviazione per la Valpelline. Percorrere questa lunga vallata fino alla piccola località di Dzovenno (m.1575). Da qui prendere a sinistra la piccola strada asfaltata che porta all'abitato di Ruz (m.1696) oppure salirvi a piedi in 15-20 minuti. Descrizione dell'itinerario. Da Ruz una sterrata evidente sale a svolte alternate a lunghi traversi fino all'alpe del Berrier (m.2192; 1.15 ore) , dove lascia il posto al vecchio sentiero che svolta nettamente a sinistra (ovest). Dall'alpe, allontanadosi qualche minuto verso est attraverso i prati, si può dare uno sguardo verso le Grandes Murailles e la Dent d'Hérens. Continuando lungo il sentiero, passando sotto il gruppo Becca Rayette - Bec d'Epicoun (vedi foto), si arriva con un lungo traverso al rifugio Crete-Sèche (m.2400; 45 min, 2 ore), posto su un terrazzo panoramico sulla Valpelline. Tra le montagne in vista spicca la Becca di Luseney (m.3504) mentre oltre le creste compare la piramide della Grivola. Dal rifugio si entra nel vallone di Crete-Sèche e si raggiunge il bivacco Spataro (m.2600) in 30 min. (2.30 ore in totale) per pietraie e morene, su percorso comunque segnalato. Il luogo è detto Plan de la Sabbla. Attorno spiccano molte aguzze cime rocciose sulle quali sono state tracciate diverse vie di arrampicata. Dal bivacco con un'altra ora si può raggiungere il colle di Crete-Sèche, al confine con la Svizzera , lungo un brullo altopiano detritico. La vista delle cime ghiacciate delle Alpi Pennine elvetiche ricompenserà di questo supplemento di salita.


Lavori in corso...

indietro