Sentiero Bonacossa (parte meridionale) m 2400
Cadini - Veneto
Escursionismo, EEA
disl. 450
durata 4.15

Diani Andrea dianiandrea@yahoo.it
Sentiero Bonacossa: dal Col de Varda al rif.Fonda-Savio
 
Il sentiero attrezzato "Alberto Bonacossa" attraversa con un percorso a saliscendi tra valloni e forcelle il Gruppo dei Cadini di Misurina, una selva di guglie e pinnacoli situati immediatamente a sud delle Tre Cime di Lavaredo. Descriviamo qui il settore meridionale del sentiero, tra il Col de Varda e il rifugio Fonda Savio. Le difficoltà sono modeste e le catene metalliche sono messe più per precauzione, soprattutto in discesa, piuttosto che per aiutare la progressione. La numerazione del sentiero è 117. Accesso. Misurina, nota località sulle rive dell'omonimo lago, è facilmente accessibile da Dobbiaco e Cortina. Da Misurina si sale con la seggiovia alla capanna Col de Varda (m.2115). Descrizione dell'itinerario. Dalla capanna Col de Varda (m.2115) il sentiero 117 sale diagonalmente alla Forcella Misurina (m.2395; 45 min.), che appare come un intaglio all'estrema sinistra della bastionata rocciosa che sovrasta la capanna. Durante la salita il panorama spazia dal Sorapiss alla più lontana Marmolada. Con l'aiuto di corde fisse si scende per roccette nel vallone del Ciadin de la neve, se ne attraversa il fondo detritico (30 min.; 1.15 ore) per poi risalire, aiutandosi con qualche breve scaletta, alla Forcella del Diavolo (circa 2400 metri; 30 min.; 1.45 ore). Bel panorama sul versante sud delle Tre Cime di Lavaredo (come mostrato dalla fotografia), mentre dalla parte opposta compaiono il monte Cristallo e la Croda Rossa d'Ampezzo. Dalla forcella si perde nuovamente quota e si arriva al rifugio Fonda Savio, posto sul Passo dei Tocci (m.2367), ai piedi della Torre Wundt. Quando siamo passati noi, nel 1996, una frana aveva cancellato il sentiero tradizionale e obbligava a perdere maggiormente quota lungo un nuovo tracciato prima di risalire al rifugio: è possibile che questa deviazione sia ancora necessaria. Se è così calcolare un'ora, per un totale di 2.45 ore. Dal rifugio la vista si apre sul vallone del Ciadin del Nevaio, chiuso dalle vette più alte del gruppo: Cima Eotvos, Cadin di San Lucano (m.2839), Cadin di Nord-Est. A nord invece appaiono la Croda dei Toni e la Cima Undici. Il sentiero Bonacossa prosegue verso nord, fino al Rifugio Auronzo. Chi volesse scendere può imboccare a sinistra il sentiero 115 che percorre il vallone detto Ciadin dei Tocci e che termina poco sopra Misurina lungo la strada per il Rifugio Auronzo. Dopo un breve tratto asfaltato, costeggiando per sentiero turistico la sponda orientale del lago si torna al punto di partenza (1.30 ore; 4.15 ore in totale).


Lavori in corso...

indietro