Vallone di Malatrà - rif. Bonatti m 2584
Grande Rochère - Val d' Aosta
altro,
disl. 274
durata 3.30 ore

Andrea62 dianiandrea@yahoo.it
Discesa dalla Testa della Tronche al rif.Bonatti
 
Il presente itinerario costituisce una lunga variante di discesa dalla Testa della Tonche e prevede la salita di un altro colle. Per questo ho preferito descriverlo a parte come itinerario collegato. Anche questi sentieri fanno parte del Tour du Mont Blanc. Discesi al Col Sapin (m.2436) dalla Testa della Tronche (m.2584) si continua a scendere sulla sinistra (est) fino all'Alpe di Sécheron (m.2260; 30 min.), posta sul fondo del vallone di Armina. Dall'alpe si sale per sentiero tra i pascoli fino al Pas d'entre deux sauts (m.2524; 45 min.; totale 1.15 ore), che mette in comunicazione con il vallone di Malatrà. Bellissima la vista verso ovest delle Aiguilles des Glaciers, de Trélatete e de Peutérey. A sinistra un sentierino porta in cima alla Tete d'entre deux-Sauts. Si divalla per il vallone di Malatrà. Compaiono la parete est delle Grandes Jorasses (m.4206) e il gruppo dell'Aiguille de Leschaux (m.3759), illustrati nella fotografia, che incorniciano il ghiacciaio di Freboudze. Si raggiunge il rifugio Bonatti, posto in una posizione splendida a 2025 metri (1.15 ore; totale 2.30 ore). Dal rifugio una comoda sterrata porta in mezz'ora sulla strada della Val Ferret poco sopra La Vachey, dove si trovano alcuni ristori. Lungo la strada si torna ai casolari di Neyron, punto di partenza della salita al Mont de la Saxe (totale 3.30 ore). Naturalmente il rifugio Bonatti può essere meta di una tranquilla passeggiata turistica di circa un'ora con partenza da La Vachey, anche se la salita lungo la stradina a tornanti sarà un pò monotona. La bellezza del luogo ricompenserà della breve fatica.


Lavori in corso...

indietro