Schönbiel Hutte m 2684
Cervino - Valais (CH)
Escursionismo, E
disl. 1100
lungh. 18-20
durata 4 ore (andata)

Gölem g.losio@libero.it
Da Zermatt allo Schönbielhutte
 
DESCRIZIONE Bella e lunga escursione nella valle che da Zermatt si si dirige ad ovest, verso lo Schönbiel, dove confluiscono i ghiacciai che scendono dal Cervino e dal Dent Blanche. L'escursione si svolge sempre in vista della vicinissima parete nord del Cervino (Matterhorn) e sulla sinistra orografica (versante sud, si libera prima dalla neve) della vallata glaciale. Lungo tutto il percorso è possibile avvistare la fauna alpina (marmotte, camosci ecc.), e la pendenza non è mai faticosa. PERCORSO Da Zermatt si segue la stradina che sale verso Z'Mutt e Zum See (il tour del Monte Rosa) poi, ignorando a sinistra il sentiero che va allo Schwarzsee si prosegue sulla stradina, dopo un paio di tornanti si è a Z'Mutt (1887 m., 0,30 ore) gruppetto di case caratteristiche in mezzo ai pascoli. Qui il sentiero si restringe e punta verso il fondovalle, attraversando bellissimi pascoli e poggi panoramici sul Cervino. Si passa sopra ad un laghetto artificiale e poi ad un bivio si prende il sentiero alto (stranissimo cartello di divieto di accesso per merenderi). La traccia (senbre ben segnata) attraversa un paio di pietraie, passa accanto ad una baita e prosegue quasi pianeggiante coteggiando la parete rocciosa a destra. Si giunge alla piana alluvionale del fondovalle, dove un sentiero la attraversa dirigendosi dall'altro versante. Noi invece saliamo un po' in verticale (in vista di un salto d'acqua) seguendo la traccia a zig zag (qui un po' meno visibile), saliti 70-80 metri il sentiero totorna pianeggiante e riprende la direzione originale. Si costeggia un torrentello con laghetto e si giunge ad un ponticello di legno sul torrente che scende da nord (bella la vista sul Gabelhorn). si prosegue passando da un laghetto (vedi foto) e poi il sentiero comincia a seguire una crestina, che in realtà è il margine della morena (sassosa e polverosa) che qui precipita quasi verticalmente verso il fondovalle, il sentiero percorre per un bel po' questo margine (attenzione, terreno franoso), poi, giunto in vista del rifugio in alto, con qualche ampio tornante raggiunge il rifugio (4 ore). Il ritorno in 3 ore per la stessa via. N.B. Se come noi lo fate in inverno o inizio primavera, siate più furbi, salite con gli sci.


Lavori in corso...

indietro