CHLY GLATTEN m 2343
Glarner Alpen - Bernois (CH)
Alpinismo, 6b

Fabrizio Righetti fabrizio_righetti@libero.it
Südpfeiler (Via ‘Le coeur de la mer’)
Nella zona del Klausenpass proprio dinanzi al versante settentrionale del Clariden si trovano le due belle pareti calcaree del Chly Glatten e del Hinter Glatten. Mentre il Chly Glatten si trova sul versante del Canton Uri, l’Hinter Glatten è situato sul versante glaronese del Klausenpass. Su queste pareti alte da 150 a 300 m sono stati tracciati numerosi itinerari moderni che offrono belle arrampicate su placche verticali e bombamenti. La chiodatura generalmente buona a fix si presenta però piuttosto distanziata e con un obbligato sempre severo (di conseguenza è bene avere una completa padronanza del grado che si vuole affrontare). Il comodo e breve avvicinamento alle pareti, gli incantevoli scorci delle Glarner Alpen e la qualità della roccia sono gli ingredienti vincenti di queste pareti. Il Südpfeiler è il carattersitico pilastro arrotondato posto al margine sinistro della parete meridionale del Chly Glatten. Su di esso si trovano diverse via tra cui la classica e ripetutissima Südpfeiler e la bella ma, come la definisce J. von K?nel, poco plaisir ‘Herbstwind’. La bellissima via ‘Le coeur de la mer’ si svolge appena a sinistra della Südpfeiler, seguendo un sistema di placche verticali interrotte da alcuni bombamenti. Arrampicata tecnica e di continuità con chiodatura sicura ma piuttosto distanziata. Accesso: Superato il Traforo del Gottardo proseguire lungo l’autostrada in direzione N per uscire a Altdorf Sud. Attraversare il caratteristico villaggio di Altdorf e proseguire lungo la panoramica strada del Klausenpass (indicazioni). Giunti in prossimità del passo, circa 1 Km prima, si incontra il Klausenpass Hotel (235 Km da Milano), parcheggiare qui oppure continuare per qualche centinaio di metri in direzione del passo ed imboccare sulla propria sinistra una stradina sterrata che in breve conduce alla Bödmer (1923 m) dove si parcheggia. La strada per il Klausenpass è generalmente transitabile dopo la seconda metà di Maggio. Dall’alpeggio di Bödmer (1923 m) imboccare verso N la traccia che si dirige verso il contrafforte denominato Bödmerstöckli, superarlo (ometto segnavia in prossimità del colletto) e lungo la traccia che si snoda tra magri pascoli e pietraie portasi in breve alla base della parete e ai diversi settori (40’). I nomi di molte vie sono segnati alla base. L’attacco della via si trova sul margine sinistro del contrafforte roccioso che sostiene il Südpfeiler in prossimità di una spaccatura, il nome della via è segnalato alla base. 1° tiro; 6b, 25 m Il primo tiro si sviluppa lungo un ripido pilastro delimitato sulla destra da una spaccatura-camino con rocce rotte. Le difficoltà obbligate non sono elevate e la chiodatura è buona in quanto è possibile eventualmente aiutarsi con il bordo destro della spaccatura. 2° tiro; 6b, 40 m Bel tiro su roccia verticale a gocce che si conclude sulla grossa cengia. Sostare sulla sosta al centro della cengia, sulla verticale degli spit dello stesso tipo. In questo punto si avvicinano i tre itinerari del pilastro e può essere facile sbagliare. 3° tiro; 6a+, 45 m Superare verso sinistra uno strapiombino e poi continuare diritti per una bella placca verticale con arrampicata sempre sostenuta e mai banale (chiodatura distanziata). Giunti alla base di un bombamento, continuare diritti (spit distante e poco visibile) e non deviare verso sinistra in direzione di un pilastrino dove corre un altro itinerario (forse Chilbitanz, due spit con anello mobile), seguendo il quale ci si trova poi a dover rientrare verso destra alla sosta S3 con notevole atrito della corda. 4° tiro; 6c, 45 m Dalla sosta scalare una breve placca verticale sino alla base di un marcato bombamento, superarlo con un passo abbastanza atletico ed uscire sulla placca soprastante sfruttando i buoni appigli presenti. Proseguire poi su un fantastico muro verticale con arrampicata continua ed impegnativa superando un paio di passaggi più impegnativi in corrispondenza di altrettanti bombamenti. Rappresenta il tiro più belo della via. 5° tiro; 5c+, 30 m Superare un ostica placca sopra la sosta e proseguire poi più facilmente verso destra aggirando uno strapiombo. Si continua con facile arrampicata unendosi al Südpfeiler raggiungendo così la cengia su cui termina la via (libro di via). La discesa dalla sommità avviene con cinque calate (sufficienti due corde da 50 m) su ottimi fittoni resinati. Sviluppo: 185 m Difficoltà: diff. max 6c, 6a+ b obbligato Tempo di percorrenza: 3/3.30 ore


Lavori in corso...

indietro