Piz Umbrail - Bocchetta di Forcola m 3033
Umbrail-Braulio-Sumbraida - Lombardia
Escursionismo, E
disl. 530 + alcuni saliscendi
durata 4.30 ore

Andrea62 dianiandrea@yahoo.it
Itinerario circolare Piz Umbrail - Boccetta di Forcola
 
Il Piz Umbrail si trova immediatamente ad ovest del passo omonimo, valico che mette in comunicazione Italia e Svizzera a pochi km dal ben più noto Passo Stelvio. Dalla sua cima si protende verso ovest una cresta, rocciosa sul lato italiano ma detritica su quello svizzero, che prosegue fino alla Punta di Rims. L?escursione ha due motivi di interesse: panoramico e storico. Panoramico perché nelle giornate limpide la vista spazia su molte importanti cime delle Alpi Retiche: oltre al vicino Ortles si vedono il Bernina, la Cima Piazzi, la Palla Bianca e tante vette minori. Storico perché si incontrano molti resti di costruzioni risalenti alla Grande Guerra, poichè la zona venne fortificata non solo dagli italiani e dagli austro-ungarici ma anche dagli svizzeri. Infatti la Confederazione, pur avendo dichiarato la neutralità, temeva un attacco da entrambi i belligeranti, che passando dal suo territorio sarebbero piombati alle spalle del nemico. I tempi indicati potrebbero pertanto aumentare per la visita alle opere militari che sorgono poco lontano dai sentieri, specie nella zona della Forcola. Portare inoltre sufficiente scorta d?acqua perché gli unici torrentelli si trovano circa a metà del tratto Bocchetta di Forcola - Umbrail. Dal Passo Stelvio, dove è stata scattata la fotografia, si vede sullo sfondo tutta la zona dell'itinerario (il tratto di cresta si svolge però sul versante svizzero). Tempi parziali: Passo Umbrail - Piz Umbrail 1.30 ore Piz Umbrail - Punta di Rims 1.15 ore P.ta di Rims - Bocchetta di Forcola 0.30 ore Bocchetta di Forcola - P.so Umbrail 1.15 ore Accesso. Sulla strada del Passo Stelvio, sul versante di Bormio, raggiungere gli edifici della IV Cantoniera e della Dogana italiana a pochi metri dal Passo Umbrail. Passare la frontiera e parcheggiare subito dopo la Dogana svizzera, davanti al ristoro ?Astras?. Altrimenti parcheggiare alla IV Cantoniera e passare le dogane a piedi. Descrizione Dal ristoro ?Astras? (m.2505) parte un sentiero (indicazioni per il Piz Umbrail) inizialmente su pascoli dove si trovano i resti di edifici bellici costruiti dagli svizzeri. In seguito, circa a 2700 metri, il sentiero svolta a destra e taglia il ghiaione del versante est del Piz Umbrail. Superato un brevissimo tratto tra roccette si passa sul versante nord. Sempre per sentiero, stretto ma ben evidente, si arriva sulla cima dove un cartello indica nome e altitudine (m.3033) ma per esattezza siamo sul punto trigonometrico di quota 3031 e la vera vetta è poco più ad ovest (sentiero). Si prosegue per sentierino verso ovest e subito si trova un bivio: a destra si scende verso il Lago di Rims e la Val Monastero, a sinistra si continua sulla cresta. Prendiamo il sentiero di cresta, sempre evidente e segnato da bande bianco-verde-rosso. Esso scavalca quella che è la cima più alta, prosegue poco sotto il filo di cresta e sempre sul versante elvetico, aggira alcune torri rocciose (facilmente raggiungibili per tracce), tocca alcune forcelle (a sud c?è la parete italiana, fatta da canaloni e pinnacoli), passa alto sopra il Lago di Rims che si trova a nord e affronta alcuni tratti di discesa un po? ripidi. Arrivati sotto la Punta di Rims (m.2947, quotata ma non nominata su IGM) la cresta diventa solo ghiaiosa e conduce facilmente alla sommità. Sulla cima ci sono rovine di costruzioni elvetiche mentre a sud, in uno sperone roccioso, si trova una postazione di artiglieria italiana scavata nella roccia (accessibile per sentierino). Dalla Punta di Rims il sentiero si abbassa verso nord-ovest lasciando via via a destra il filo di cresta, compie un tornante invertendo la direzione e raggiunge la Bocchetta di Forcola (o Forcola di Rims, m 2768), ormai completamente in Italia e nel Parco Nazionale dello Stelvio. Sulla Bocchetta si trovano trincee dell?esercito italiano oltre a postazioni di artiglieria facilmente raggiungibili. Poco più in basso sorge una caserma in rovina ma ancora visitabile. Dalla Forcola gli edifici della IV Cantoniera e della Dogana appaiono in lontananza. Ma in poco più di un?ora di sentiero in leggera discesa, passando accanto alla baita semi-diroccata di Cogno e attraversando un paio di piccoli torrenti, si sbuca sulla strada del Passo Umbrail esattamente tra la dogana italiana e quella svizzera, a pochi passi dal punto di partenza. In estate il posto di frontiera chiude alle 20.


Lavori in corso...

indietro