Giro della bassa Val Cedec m 2350
Ortles-Cevedale - Lombardia
Escursionismo, E
disl. 850 giro completo
durata 6 ore

Andrea62 dianiandrea@yahoo.it
Baite Ables-Alb.Forni-Dosso Tresero
 
L?escursione fa il giro dei due versanti della bassa Val Cedec, tra Santa Caterina Valfurva e l?Albergo dei Forni, mantenendosi a lungo tra i 2000 e i 2300 metri. Il percorso sulle pendici del Monte Confinale è turistico, quello sul versante del Pizzo Tresero si svolge su uno stretto sentiero poco frequentato anche in piena estate (il 16 agosto 2003, in una giornata meteorologica discreta, non vi abbiamo incontrato nessuno). Naturalmente la gita può essere accorciata sfruttando la strada che porta all?Albergo dei Forni (nell'estate 2003 chiusa al traffico privato, servizio di jeep). Tutto l?itinerario si svolge nel Parco Nazionale dello Stelvio. La segnaletica è costituita dai tipici cartelli in legno del Parco e da segni bianchi e rossi con il numero dei sentieri (sbiaditi e più rari nella seconda parte). Tempi parziali andando adagio: Santa Caterina V. - Baite Ables 1.30 ore Baite Ables - Albergo Forni 1.30 ore Alb. Forni - Dosso Tresero 2.00 ore Dosso Tresero - S. Caterina 1.00 ora Accesso Da Sondrio e Bormio arrivare a Santa Caterina Valfurva. Descrizione Dal parcheggio all?inizio del paese una stradina sale sul versante del Monte Confinale (destra idrografica della Valfurva; indicazioni Campolongo, Ables). Al primo tornante si curva a destra e si arriva alle case di Borca. Al bivio successivo seguire sempre ?Campolongo, Ables?. Più avanti c?è un bivio non segnalato: tenere la destra. Successivamente ignorare la deviazione per ?Campolongo? (in questa località c?è un recinto del Parco dello Stelvio ma l?avvistamento degli animali non è garantito perché l?area cintata è ampia e boscosa). Sempre lungo stradine sterrate chiuse al traffico privato, tra prati e boschi, si arriva alla località Plazzanecc (m.2031) dove conviene seguire le indicazioni per Ables. Queste baite si trovano a quota 2240 su un terrazzo panoramico tra la Valfurva e la Val Cedec e dispongono di un?area per il pic-nic con vista su Tresero, Val di Gavia e Sobretta. Dalle baite Ables seguire l?itinerario n.27 (indicazioni ?Val Manzina?) entrando così in Val Cedec. In percorso è a mezza costa, su comoda stradina. Si superano le baite di Raseit (m.2266), di fronte alla parete nord del Pizzo Tresero, e più avanti si scavalca un torrente che scende dalla Val Manzina. Seguire ora le indicazioni ?Val Cedec?, superare un secondo torrente e poco dopo lasciare a destra il sentiero che scende a ?Campec? e proseguire per i ?Forni?. Passando alti prima su una bella cembreta e poi sull?Albergo dei Forni si arriva ad una baita (marmotte). Qui il panorama si apre su parte del ghiacciaio dei Forni (vedi fotografia) e per tornanti si scende all?Albergo dei Forni (m.2176) mentre dritti si prosegue verso i rifugi dell?alta valle (Pizzini, Casati). Dall?albergo scendere per strada asfaltata fino al rifugio Stella Alpina (chiuso nell?agosto 2003). Dietro il rifugio parte il sentiero 24B per il ?Dosso Tresero?. Questo è un sentiero ben marcato ma stretto che varca il torrente Frodolfo in corrispondenza di una forra e sale dolcemente attraverso una zona di bassa vegetazione fino a quota 2074. Qui a destra si ritorna sulla strada asfaltata passando per le case di Cerena. Il nostro itinerario invece segue sempre le indicazioni ?Dosso Tresero? e supera il torrente della Val Cerena (vallone laterale della Val Cedec). Più avanti si passa anche il Rio di Close, tra i nocciòli, e si sale un piccolo costone con larici. Alle nostre spalle bel panorama sul Monte Cevedale. Alla fine della salita si ritrovano i cartelli in legno e si è all?inizio del tratto più panoramico del sentiero, che supera due torrentelli vicini e portatosi ormai fuori dal bosco arriva in un punto con molti cartelli a poca distanza dal Dosso Tresero (m.2354) e da un ripetitore. Guardando ad ovest, oltre il solco della Valfurva, si vedono i monti della zona di Cancano-Fraele. Qui si può allungare il tragitto proseguendo verso la strada del Gavia e poi scendere lungo questa. Noi invece abbiamo scelto di scendere più direttamente per il sentiero 24A, un percorso detto ?la Romantica?, che tra innumerevoli tornanti un po? noiosi porta a Santa Caterina.


Lavori in corso...

indietro