Cima Valdritta m 2218
Monte Baldo - Veneto
Escursionismo, EE
disl. 1666
lungh. 19
durata 7

tango2102 tango2102@yahoo.it
Escursione ad anello Malcesine - Cima Valdritta - Malcesine
 
Si parte da Malcesine (89 slm) prendendo il doppio tratto di funivia che ci porta al rifugio Baita dei Forti a quota 1750. Interessante il secondo tratto di funivia dotato di un sistema che permette alla cabina di ruotare su se stessa offrendo un panorama a 360°. Si scende per qualche metro per raggiungere Bocca Tratto Spino, si osserva il lago di Garda da 1700 mt. di altitudine e si imbocca il sentiero n. 651, poco segnato, tenendosi sulla destra. Si prende quota leggermente, di lato vediamo le strutture degli skylift invernali, e dopo circa 20 min. incontriamo una seggiovia (in funzione d'estate) che scende alla ns. sinistra, visibile sul fondovalle il rifugio Graziani. Continuiamo con il nostro percorso di cresta che ora si fà più ostico, c'è qualche strappettino in salita su rocce friabili. Raggiungiamo Cima Pozzette (2132 slm) in mezzo ai mughi, ci godiamo ancora una volta il panorama del lago a destra e della valle dell'Adige a sinistra,che è il tema dominate della nostra escursione. Dopo una breve pausa ci si prepara ad affrontare il tratto che ci porterà a Cima Longino, si cammina su sentiero di crinale con i mughi a sinistra e un'imponente circolo glaciale in basso a destra, completamente ricoperto di ghiaione e dall'aspetto decisamente pericoloso. Con qualche difficoltà oggettiva vista la natura del terreno si arriva a Cima Longino (2179 slm) da dove con notevoli saliscendi e sempre seguendo il sentiero 651 si prosegue per Forcella Valdritta. Inizialmete il fondo è buono ma proseguendo si inizia a perdere progressivamente aderenza. Un'ultima salita ripida ci porta sul crinale per Cima Valdritta (2218 slm), l'ambiente è severo, è necessario un passo di sicuro e molta attenzione. Durante la salita si incontra anche un breve tratto attrezzato. Se il tempo è bello si può fare una sosta, anche se lo spazio non è tantissimo, per poi proseguire per la sottostante Forcella Valdritta (2107 slm) prestando la massima attenzione all'imbocco del sentiero n.5 la cui segnalazione è quasi invisibile (luglio '03). E' proprio il sentiero n. 5 che ci permetterà con una lunghissima ed inesorabile discesa prima in mezzo ai mughi poi circondati dai bellissimi boschi del Baldo di raggiungere la stazione intermedia della funivia presa all'andata in località S. Michele (552 slm). Si può prendere la funivia per tornare a Malcesine vista comunque la lunghezza del percorso fatto ed eventuali vesciche causate dalla discesa. In alternativa si può proseguire per comodo sentiero oppure scendere per la strada asfaltata panoramica in mezzo agli ulivi. Escursione dura ma stupenda.


Lavori in corso...

indietro