Cima Sella - Brenta m 2917
Dolomiti del Brenta - Trentino
Escursionismo, EE
disl. 120
durata 40 minuti la salita

Gölem g.losio@libero.it
Alla Cima Sella dal Sentiero Benini
 
DESCRIZIONE E' bellissima questa montagna sopra la Bocca di Tuckett, la si vede affilata e slanciata dal rifugio Tuckett, a forma di vela gonfiata dal vento. Mi sono sempre chiesto come fosse la normale di salita, e finalmente mi sono tolto la voglia, e ne valeva la pena, minimo lo sforzo, grande la soddisfazione e il divertimento arrivando sopra la cuspide rocciosa, dove la vista va dal ghiacciaio pensile di Cima Brenta al castelletto Superiore e Inferiore ai massicci bastioni di Cima Falkner. Non ci sale quasi nessuno, ed è incredibile! PERCORSO La salita normale alla Cima Sella attacca dal Sentiero Benini (vedi la relazione relativa), in corrispondenza dell'ex Vedretta Superiore di Vallesinella, venendo dal Passo Grostè verso il rifugio Tuckett si vedono, prima del bivio con il Sentiero Dallagiacoma (315), e prima (più a monte) dei 2 asterischi rossi dipinti su due massi lungo il sentiero, i bolli rossi e gli ometti che conducono alla Cima Sella. La salita non è vincolante e può seguire indistintamente gli ometti (percorso più sulla sinistra) o i (radi) bolli rossi (un po' più a destra). Io ho seguito i bolli rossi, comunque la salita lungo gli ometti passa pochi metri più a sinistra (sono spesso visibili a occhio). Si sale su ripido pendio sassoso e franoso, tra roccette e paretine a gradoni con soprastanti cengette, facendo attenzione a non scivolare portando con se sassi e affini, ci si infila in una fessura con tracce di passaggio sulla ghiaia, poi ancora roccette più pulite e ancora lungo i bolli fino ad un pedio meno ripido di sassi più piccoli. Qui si distinguono le due vette gemelle, separate da una selletta (vedi la foto). La vetta più alta è quella di sinistra (vetta Est), e verso quella ci dirigiamo (anche sull'altra esiste un ometto). Si attaccano le roccette sotto la vetta, cercando i passaggi che più ci aggradano, fino a salire sulla minuscola vetta con ometto di sassi (m. 2917). Favolosa la vista sulle pareti circostanti, sul ghiacciaio pensile e sullo scivolo di ghiaccio di Cima Brenta, nonchè sulle Alpi della zona, fino all'Adamello e all'Ortles-Cevedale. La salita avviene in 40 minuti dal Sentiero Benini, la discesa per la stessa via. ATTENZIONE E' molto facile smuovere dei sassi durante la discesa, visto il loro stato precario e la forte pendenza, attenzione perchè sotto passa il frequentato Sentiero Benini!


Lavori in corso...

indietro