MONTE COUDREY (VIA DOCTOR JIMMY) m 1298 mt.
altro - Val d' Aosta
Arrampicata, 6a
disl. 320
durata 4h

Will will80@sassbaloss.com
MONTE COUDREY (VIA DOCTOR JIMMY)
 
Via molto conosciuta aperta nel 1997 che presenta una difficoltà costante e sostenuta, mediamente sul V°, ma con dei passaggi di V+ e uno in VI+ (azzerabile in A0). La via è ben protetta con fix molto vicini (specialmente nei passaggi delicati). Sono sufficenti 12 rinvii e cordoni per le soste, che sono tutte comode, e ricavabili sempre da 2 fix. La via si chiama "Via Doctor Jimmy", ed è una delle vie del "Monte Coudrey". DESCRIZIONE DELLA VIA Dall'autostrada A5 (Val d'Aosta) uscire al casello di Pont San Martin e svoltare a sinistra in direzione di Donnas. Dopo meno di un chilometro svoltare a destra per Albard. La strada è molto stretta e attraversa piantagioni di vite e piccoli borghi. Bisogna seguire questa strada per 6 chilometri. Ad un certo punto vi troverete ad un bivio con una piccola chiesetta (dall'apparenza abbandonata) che fa angolo a due strade. Proseguire dritti passando davanti alla porta della chiesa. La strada è in corso di sistemazione e quindi molto dissestata (e può trarre in inganno). Seguire poi le indicazioni per Albard di Bard fino alla fine della strada dove c'è anche un posteggio. Sulla sinistra avrete un prato con un masso all'imbocco di un sentiero con scritto "Doctor Jimmy". Seguire il sentiero (in leggera discesa) per qualche metro ma poi abbandonarlo per entrare nel bosco. Nel bosco è facile rintracciare il sentiero che conduce alla via. Lungo il sentiero (in costante discesa) si trovano bolli gialli e frecce rosse che conducono all'attacco della via. Ad un certo punto dovrete attraversare un torrente e poi continuare a scendere costeggiando la base della parete. Vi troverete poi ad un bivio (indicazioni in rosso su di un masso). Se svoltate a destra vi dirigete verso l'attacco della via "T-Rex" se proseguite dritti per 50 metri vi troverete all'attacco (scritta vistosa sulla parete) della via "Doctor Jimmy". 1° tiro: Superare un muro verticale ben chiodato (forse troppo) e ben appigliato. Passato il muro tenere la destra e salire per lo spigolo. Terminato lo spigolo raggiungere la sosta sulla destra (5a). 30 metri circa. 2° tiro: Proseguire verticalmente su placca appoggiata. Terminata la placca tenere la sinistra (seguendo la freccia) fino alla base di un salto verticale. Qui c'è un grosso albero che può essere utilizzato per la sosta (4a). 35 metri circa. 3° tiro: Verticalmente per placca gradinata e ben chiodata. Passare poi a destra e risalire le placche in direzione di sinistra dove c'è la sosta. La sosta è molto esposta e soffia spesso un forte vento... sappiate regolarvi con l'abbigliamento (5b). 45 metri circa. 4° tiro: Superare il gradino ben ammanigliato sulla destra per poi passare a placche più semplici sulla sinistra (5a). 35 metri circa. 5° tiro: Proseguire risalendo le roccette davanti alla sosta fino ad uno strapiombo. Tenere la destra per attraversare poi sulla sinistra. Questo è uno dei passaggi più impegnativi della via (vedi seconda fotografia in basso). E' comunque impossibile sbagliare il percorso per via dei numerosi fix presenti. Seguire poi una fessura che sale piegando verso sinistra. L'apparenza inganna! Troverete la fessura molto più appigliata di quanto sembri a prima vista (5c). 35 metri circa. 6° tiro: Non si tratta di tiro, ma di uno spostamento attraverso sentiero di circa 20 metri. 7° tiro: Indiscussamente il più difficile della via. Salire un gradino strapiombante (qualche maniglia è ben visibile). Proseguire poi per una placca raggiungendo un tratto pianeggiante con al termine una betulla su cui effettuare la sosta (5b). 40 metri circa. 8° tiro: Traversare a sinistra per 45 metri circa. Ci sono tracce di sentiero. Attenzione a non seguire il sentiero che sale (e che conduce fuori via!!!). Dovete rimanere in quota. Ci sono degli spit abbastanza visibili. Salire poi sulla placca ed effettuare la sosta. 45 metri circa. 9° tiro: Salire verticalmente la placca e piegare poi un pò a sinistra e successivamente a destra. Gli spit vi guideranno. (5a). 35 metri circa. 10° tiro: Placca da risalire verticalmente utilizzando i piccoli buchi e le piccole tacche. Ha un'ottima chiodatura, ciò consente di dare sicurezza anche nei passaggi più delicati (5b). 40 metri circa. 11° tiro: A questo punto potete segliere se abbandonare la via (imboccando il sentiero che c'è sulla destra e che sarà comunque la nostra via di discesa) oppure salire fino ad incontrare dei grossi massi. Salire su questi massi. I massi staccano di circa 30 centimetri dalla parete (su cui è posta la sosta). 50 metri circa. 12° tiro: Dal masso passare sulla parete e salire direttamente. Questo tratto è in leggero strapiombo ed è possibile azzerarlo (primi 3 spit). Poi man mano sempre più semplice fino alla sosta (6a in A0). 30 metri circa. 13° tiro: Verticalmente per placche fino al termine della via (5a). 30 metri circa. DISCESA Se avete fatto anche gli ultimi tiri, dalla fine della via traversate a sinistra e scendete facendo attenzione per roccette fino ad una sosta da cui effettuare una doppia di 20 metri. Seguire poi un sentierino che traversa a sinistra. Giungerete così alla base del 12° tiro. Proseguire per il sentiero. Durante la discesa incontrerete un masso che indica la presenza di un settore di monotiri. A questo bivio tenete la destra e continuate a scendere. In circa 15 minuti sarete alla macchina.


altre info:
http://www.sassbaloss.com

Lavori in corso...

indietro