ANTIMEDALE -- VIA DEGLI ISTRUTTORI m 780
Grigne - Lombardia
Arrampicata, VI
disl. 250
durata 3.30

Will will80@sassbaloss.com
ANTIMEDALE -- VIA DEGLI ISTRUTTORI
 
Descrizione Generale La via si svolge sempre al sole (se c'è!!!) e su roccia sempre ottima, anche se unta nella seconda parte della via, dove le difficoltà sono più alte. E' ottimamente chiodata con fittoni resinati e tutte le soste sono attrezzate con catena e anello per la calata. Ha in comune i primi tiri con la via "Stelle Cadenti" e non è difficile incontare numerose cordate in via. Attacco, Descrizione della via Raggiungere la Frazione di Laorca (LC) e parcheggiare nello spiazzo in fondo alla strada nei pressi del cimitero (se si trova posto). Seguire le indicazioni del C.A.I. (sent. n. 56-58) imboccando una stradina che risale il paese e poi costeggia il cimitero. Il fondo è in cemento. Seguire sempre questa strada fino a quando si sbuca su una più grande a ridosso delle reti paramassi. Deviare a destra e risalire per un centinaio di metri fino ad arrivare in prossimità della Baita del Pastur. Imboccare il sentiero di fronte alla baita (indicazione per la ferrata del Medale) e al bivio seguire per la ferrata. Proseguire sempre su sentiero fino a sorpassare l'attacco della ferrata. Subito dopo il sentiero scende un poco e quando spiana nuovamente, in corrispondenza di un segnavia rosso su un masso, si staccano le tracce che risalgono il canale ghiaioso che scende dell'antimedale. Risalirlo fino alla base della parete, alla base delle vie i nomi sono scritti con pennarello. La via degli Istruttori è la prima che si incontra, poco sotto la via Chiappa. 1°tiro: salire verticali fino alla sosta per facili rocce gradinate. Non usare la prima sosta, ma proseguire ancora alcuni metri sfruttandone una più alta. 55 Mt., III° 2°tiro: attaccare la placca soprastante seguendo i fittoni di sinistra. Salire verticali fino all'altezza di una pianta che sovrasta una bella placca. Deviare a destra per raggiungere la pianta e sostare. (Non è la sosta corretta, ma non abbiamo trovato quella giusta lungo il tiro). 55 Mt., V°-, IV°- 3°tiro: tornare a sinistra, superare la placca e proseguire nella rampa puntando direttamente ad un tettino. Superarlo direttamente (VI°-) e seguire poi la fessura fino al suo termine. Qualche passo in aderenza e poi si giunge in sosta. Il tetto è straunto, è possibile aggirarlo salendo la placca subito alla sua sinistra con difficoltà leggermente inferiori. Alla base del tetto c'è la terza sosta che noi abbiamo saltato, andando direttamente alla quarta. 45-50 Mt., IV°, VI°-, V° 4°tiro: traversare alcuni metri a sinistra portandosi alla base del lungo diedro da salire interamente. Quasi alla fine del tiro si aggira un tetto a sinistra, poi ancora in verticale fino alla sosta. Questo tiro è un po' unto, specialmente all'inizio del diedro. E' ben protetto e servono 10-11 coppie se si vogliono usare tutte le protezioni. Circa 50 Mt. di V°+ sostenuto. 5°tiro: dalla sosta in verticale fino ad una bella placca (delicata V°+) da attraversare verso sinistra, portandosi alla base di un diedro-pilastro molto evidente. Non è facile da superare (VI°) e la base del pilastro è unta. Provate a cercare qualche appiglio a sinistra del pilastro (restando però col corpo nel diedro), dove la maggioranza della gente non cerca. Si resta maggiormente esposti ma a me è servito. Nel peggiore dei casi, una volta alla base del pilastro è possibile azzerare se proprio non si riesce a salire. 35 Mt., V°, V°+, VI°, V° Discesa Scendere alcuni metri per roccette seguendo le catene a sinistra. Seguire poi il sentiero che inizialmente sale pochissimi metri. Ci sono molte catene per facilitare i passaggi fin quando si arriva nel canale ghiaioso che porta in prossimità dell'attacco. Da qui rientrare alla macchina percorrendo al contrario il sentiero di salita.


altre info:
http://www.sassbaloss.com

Lavori in corso...

indietro