ANTIMEDALE -- VIA CHIAPPA m 780
Grigne - Lombardia
Arrampicata, V+
disl. 250
durata 3 h.

Will will80@sassbaloss.com
ANTIMEDALE -- VIA CHIAPPA
 
Descrizione Generale La via si svolge sempre al sole e su roccia sempre ottima. E' ottimamente chiodata con fittoni resinati e tutte le soste sono attrezzate con catena e anello per la calata. Purtroppo per questi motivi e per il fatto di avere due soste in comune con altre vie è facile trovare parecchie cordate in parete e dover aspettare. Attacco, Descrizione della via Raggiungere la Frazione di Laorca (LC) e parcheggiare nello spiazzo in fondo alla strada nei pressi del cimitero (se si trova posto). Seguire le indicazioni del C.A.I. (Sent. n. 56-58) imboccando una stradina che risale il paese e poi costeggia il cimitero. Il fondo è in cemento. Seguire sempre questa strada fino a quando si sbuca su una più grande a ridosso delle reti paramassi. Deviare a destra e risalire per un centinaio di metri fino ad arrivare in prossimità della Baita del Pastur. Imboccare il sentiero di fronte alla baita (indicazione per la ferrata del Medale) e al bivio seguire per la ferrata. Proseguire sempre su sentiero fino a sorpassare l'attacco della ferrata. Subito dopo il sentiero scende un poco e quando spiana nuovamente, in corrispondenza di un segnavia rosso su un masso, si staccano le tracce che risalgono il canale ghiaioso che scende dell'antimedale. Risalirlo fino alla base della parete, alla base delle vie i nomi sono scritti con pennarello. 1°tiro: salire la placchetta iniziale, poi obliquare leggermente a destra fino a raggiungere una seconda placca, superata la quale si giunge in sosta seguendo un canale che sale obliquo verso sinistra. 45 Mt., III°, IV°, 4 fix. 2°tiro: dalla sosta superare il risalto verso destra e uscire sulla placca soprastante. Salirla seguendo una serie di fessure oblique verso sinistra. Non raggiungere la sosta al termine della placca, ma traversare, poco prima del suo termine, per 2 Mt. a destra e raggiungere così una sosta più nascosta. 20 Mt., V°-, 3 fix. 3°tiro: salire verticalmente fino ad un piccolo strapiombo da aggirare a destra. Non seguire il primo diedro sopra lo strapiombo ma traversare a destra oltre un pilastrino e seguire il diedro successivo che, piegando a sinistra, porta in sosta. 45 Mt., IV°, V°-, 2 o 3 fix, 2 chiodi. 4°tiro: salire direttamente il dierdo-canale soprastante la sosta, poi una volta fuori si devia leggermente a destra e si raggiunge una sosta sotto un tetto. "Consigliamo di proseguire con parte del tiro successivo e sfruttare un'altra sosta". Traversare a sinistra fino a raggiungere e superare (non salire) l'evidente spigolo (ottima maniglia all'altezza del fittone), dietro al quale si trova la sosta. 30 Mt., V°, IV°, 3 fix, 2 chiodi. 5°tiro: proseguire ancora verso sinistra lungo la cengetta fino a quando si rende obbligatorio salire e portarsi sotto al diedro chiave (V°+ forse VI°-). Salirlo decisi. E' molto verticale, un po' unto, con buone maniglie. Superato il tiro chiave spostarsi un poco verso destra fino a raggiungere un ceppo e da qui in obliquo a destra fino alla sosta. 35 Mt., IV°, V°+ (forse VI°-), V-, 2 o 3 fix, 2 chiodi. 6°tiro: dalla sosta si traversa, abbassandosi un poco, verso sinistra per raggiungere una bella placca fessurata. Seguire le fessure obliquando a sinistra e facendo attenzione a non andare troppo oltre ma abbandonare la placca a sinistra per rocce più facile che conducono alla sosta. 30 Mt., V°-, IV°, III°, 2 fix. Discesa Seguire il sentiero che sale pochissimi metri a sinistra. Ci sono molte catene per facilitare i passaggi fin quando si arriva nel canale ghiaioso che porta in prossimità dell'attacco. Da qui rientrare alla macchina percorrendo al contrario il sentiero di salita.


altre info:
http://www.sassbaloss.com

Lavori in corso...

indietro