PILASTRI DI ROGNO -- VIA RAMARRO m 450
Orobie - Lombardia
Arrampicata, 5b
disl. 90
durata 1 h. 30'

Will will80@sassbaloss.com
PILASTRI DI ROGNO -- VIA RAMARRO
 
Descrizione Generale Bella arrampicata su roccia molto solida. I primi due tiri sono un po' più di aderenza; poi dallo strapiombetto per arrivare alla seconda sosta la via si fa decisamente verticale senza più mollare fino alla fine. Si affrontano 3 passaggi leggermente strapiombanti, ma la via non manca comunque di buoni appigli salvo un passaggio delicato nel primo tiro. Necessaria comunque una buona resistenza sul verticale e buona agilità nei movimenti. Soste tutte attrezzate con anello per la calata. Attacco, Descrizione della via Da Brescia per Iseo e Lago d'Iseo, dopo Pisogne e prima di Boario Terme si arriva al paese di Rogno; da Bergamo per la Val Cavallina, Endine, Lovere e poi Rogno. C'è ampia possibilità di parcheggio nei pressi del cimitero del paese, nella parte alta dell'abitato, proprio sotto le placconate di roccia. Attenzione agli oggetti di valore nelle auto o negli zaini lasciati alla base delle vie, si sono verificati furti. In parte al cimitero si imbocca un sentierino che conduce ai vari settori (il primo che si incontra è "la Piramide di Cheope"); proseguire per il "Corno Pagano". Poco prima di giungere alla base del Corno il sentiero va un po' in discesa e poi, quando spiana nuovamente prima di risalire, si costeggia la parete del Corno. Proseguire fino a girare lo spigolo della parete con l'ausilio di una fune metallica. L'attacco è poco oltre, sulla parete ci sono le scritte ramarro e salamandra. 1°tiro: salire verticalmente puntando ad un grosso masso appoggiato sulla parete. La sosta si trova sul lato destro di questo macigno. A metà tiro bisogna superare due metri molto verticali e poco generosi per le mani. Si hanno due fix abbastanza vicini, tuttavia non risulta facile azzerare il grado. 20 Mt., 5b, 3 spit. 2°tiro: è possibile avvicinarsi subito alla placca e risalirla oppure rimontare il grosso masso fino ad incontrarsi nuovamente con la parete circa a metà della placca. Da qui salire alcuni metri in verticale (aderenza soprattutto all'inizio) fino alla base di un primo salto. Superarlo dirigendosi verso destra (buone maniglie anche se nascoste) e sostare subito dopo. 45 Mt., 5b, 5a, 6-7 fix. 3°tiro: puntare al successivo salto. Anche qui non mancano gli appigli, però attenzione a non spostarsi troppo a sinistra. Superato lo strapiombetto ci si sposta a sinistra dove si può sostare (20 Mt.). Attaccare direttamente il successivo risalto stando anche qui inizialmente a destra per poi, una volta dopo averlo superato, riportarsi a sinistra. In questo ostacolo gli appigli sono un po' più scarsi. Proseguire poi per parete molto verticale fino a quando in prossimità dell'uscita si riesce ad avere qualche metro di tregua. 45 Mt., 5b, 5a, 8-9 fix. Discesa In corde doppie: 1- dall'ultima sosta calarsi per 30 Mt. fino alla seconda sosta; 2- 30 Mt. fino alla prima sosta; 3- raggiungere la base della parete con un ultima calata di 20 Mt.


altre info:
http://www.sassbaloss.com

Lavori in corso...

indietro