Galleria di mina
Falzarego-Lagazuoi (Dolomiti) - altro
Escursionismo,
durata 2.00

Lorysse lorysse@lycos.it
Galleria Lagazuoi
 
La galleria di mina italiana del 20 giugno 1917 è stata completamente recuperata e consente oggi di visitare uno dei teatri più drammatici della Prima Guerra Mondiale. L'imbocco della galleria si trova sull'Anticima del Piccolo Lagazuoi e si raggiunge tramite un sentiero che parte dalla stazione a monte della Funivia Lagazuoi. Prima di raggiungere l'ingresso si attraversa un interessante sistema di trincee che costituiva un posto di osservazione dell'esercito austriaco. La galleria di mina è in realtà un complicato groviglio, il più ardito sistema di gallerie realizzato nella Grande Guerra. Oltre al ramo costruito per piazzare la mina, ci sono la galleria di spalla, il cui sbocco esterno sull'Anticima servì come uscita per le pattuglie italiane di assaltatori dopo lo scoppio della mina, e la galleria dell'artiglieria dalla quale i cannoni italiani tiravano verso il Sasso di Stria. Ancora: la galleria a spirale, il ramo inferiore che sbocca sulla Cengia Martini, e il ramo orizzontale che correva parallelamente alla cengia offrendo riparo dal tiro austriaco. Al termine di questa grandiosa opera era stato quindi creato un collegamento interno tra tutti i rami della galleria e con la cengia sottostante, ed un sistema di feritoie di sparo orientate in tutte le direzioni. Alla fine della galleria a valle si sbuca quindi sulla Cengia Martini, e percorrendola verso destra fin quasi sotto la funivia si possono visitare i resti dei ricoveri, delle baracche, dei camminamenti. La cengia rappresentava una validissima postazione in quota per minacciare le sottostanti postazioni nemiche della Vonbank; inoltre sul sentiero si aprivano rientranze naturali nella roccia che, allargate e rese più confortevoli, offrirono ripari dal fuoco nemico, alloggiamenti per gli uomini e depositi per i materiali Inoltre: La galleria può essere percorsa dall'alto verso il basso; infatti il Rifugio Lagazuoi è raggiungibile con la funivia con partenza al Passo Falzarego - Lagazuoi. Consiglio: Portarsi con sè una fonte di luce ed indossare il caschetto. Inoltre se non siete molto afferrati portate con voi l'attrezzatura per via ferrata; qui spesso succedono incidenti dovuti al fatto che molte persone si credono degli escursionisti superfighi solo perchè a ferragosto fanno la passeggiata in montagna, per poi poltrire tutto l'anno sul divano. Ricordatevi che LA PRUDENZA NON è MAI TROPPA!!!! Note: Se siete in zona, questa galleria, vale la pena di essere visitata! Io mi ci sono trovata per caso e non mi sono affatto pentita, anzi un giorno ci tornerò, perchè altre ad una bella camminata ci si fa anche una cultura...e quella non guasta mai! Buon divertimento ragazzi


Lavori in corso...

indietro