Valli di S.Antonio, Corteno Golgi, Brescia m 2378
Orobie nord orientali - Lombardia
Escursionismo, EE
disl. 1251
lungh. circa 8 km
durata 3 h

Marco
S. Antonio (1127 m.s.l.m) - Lago di Picol (2378 m.s.l.m)
Accesso: Da brescia/bergamo raggiungere la vallecamonica che si risale fino all' altezza di Edolo dove si devia in direzione del passo dell' Aprica. Lungo la strada si oltrepassa l'abitato di Corteno golgi, oltre il quale si incontra un bivio sulla sinistra con indicazioni per S.antonio. Si prende il suddetto bivio e si percorre la strada, stretta, ma asfaltata per tre km fino ad un piazzale dove si lascia la macchina appena prima del paesino di S.antonio. Si sale in paese fino alla piazza, dove (a sinistra della guardando la chiesa), si prosegue per la strada principale che passato l'abitato diventa subito ripida e si mantiene cosi per circa 500m. Finita tale salita si incontra un bivio ma si prosegue dritti fin dove il bosco lascia spazio ad ampi prati con baite sparse (località brandet, 1299 m.s.l.m.). Qui la strada diventa più pianeggiante e con questa si risale tutta la val brandet fino alla malga casazza (1474 m.s.l.m., 45'). Qui la strada finsce presso un ponte sulla valle di picol e si imbocca un sentiero che passa alla base della malga dirigendosi verso destra (sud-est). Il sentiero si alza gradualmente fino a giungere in vista di una bella cascata della val di picol; qui il sentiero diventa un po più ripido fino a giungere all'altezza della cascata dove si attraversa il torrente svoltando in direzione est. (1700 m.s.l.m.). Attraversato il torrente si va a risalire l'opposto versante con dei tornanti tra pascoli e le ultime piante arboree fino a dove il sentiero attraversa dei ruscelli tagliando a mezza costa il versante all' altezza dei ruderi abbastanza evidenti di malga picol (1896 m.s.l.m, 1h 30'), dove è facile avvistare dei camosci nel primo mattino. Da qui il sentiero prosegue verso nord per circa 200m dove si incontra un torrente da attraversare per poi dirigersi verso nord-est a risalire dei dirupi. Si giunge poi alla base di un evidente morena allo sbocco di un vallone (2090 m.s.l.m.) dove il sentiero si dirige ripido verso nord ovest a risalire dei canalini fino a giungere all'ottima vista del lago di picol, molto suggestivo a inizio stagione, ma merita molto anche nel periodo estivo.


Lavori in corso...

indietro