Corno Vitello m 3057
Monte Rosa (creste meridionali) - Val d' Aosta
Escursionismo, E
disl. 1200
durata salita 3.45

Andrea62 dianiandrea@yahoo.it
Corno Vitello da Estoul/Palasina
 
Il Corno Vitello è una cima escursionistica che supera di poco i 3000 metri e che offre un ampio panorama sulle montagne della Valle d'Aosta, in particolare sul Cervino e (vedi foto) sul Monte Rosa. Accesso. Seguire la strada della Val d'Ayas fino a Brusson. Quasi alla fine del paese seguire le indicazioni sulla destra per Estoul e Palasina. Si percorre una strada a tornanti per qualche km. L'escursione comincia dal parcheggio (m.1839) poco oltre la frazione Estoul. Descrizione della gita. Dapprima bisogna semplicemente raggiungere il rifugio Arp. Seguendo le molte indicazioni ci si porta al rifugio per strade interpoderali e tratti di sentiero, in circa un'ora e mezza e in un ambiente di pascoli. Dal rifugio Arp (m.2446) si dipartono molti itinerari. Nel nostro caso un sentierino verso nord porta in 15 minuti al Lago inferiore di Valfredda (m.2535). Il sentiero costeggia il lago sulla sinistra e raggiunge in breve un secondo lago più piccolo. Si lascia anche questo sulla destra (tratto in traverso) per poi salire a tornanti il pendio erboso che sbuca su un colletto a circa 2700 metri, spartiacque col vallone di Mascognaz. Qui appaiono sia il Corno Vitello sia sullo sfondo il Monte Bianco, il Grand Combin e le montagne della Valpelline. Dal colletto il sentiero, segnato come 5B, segue un'ampia cresta verso destra offrendo via via la vista delle punte del Rosa (vedi foto), del Cervino e della Dent d'Hérens. Giunto ai piedi della piramide sommitale del Corno Vitello la contorna verso sinistra (ovest) confondendosi talvolta nella pietraia dove la strada è indicata da frecce gialle e qualche ometto. Si porta così sul versante nord-ovest che risale a strette svolte fino alla cima. Abbiamo impiegato circa 2 ore dal primo lago di Valfredda, 3.45 ore in totale. Tra la cima e il Monte Rosa c'è una sola montagna importante, la Testa Grigia, che però nulla toglie alla visuale di tutte le punte del massiccio dai Breithorn alla Dufour.


Lavori in corso...

indietro