Zucco di Barbesino m 2156
Zuccone Campelli - Lombardia
Escursionismo, E
disl. 500 circa
durata 2 h e mezza per il giro

arteriolupin lucalvi@libero.it
Allo Zucco di Barbesino per le Coldere e discesa al Rif. Lecco
Per chi avesse a disposizione poco tempo e volesse gustarsi un bel punto panoramico, nella favorevole ma non frequente circostanza che si trovassero aperti gli impianti per i Piani di Bobbio da Barzio (LC), consigliamo la veloce salita allo Zucco di Barbesino. Dai Piani di Bobbio (pochi minuti da Barzio con gli impianti di risalita, altrimenti in circa 2 ore di noiosa carrareccia), salire alla Chiesa e di lì, per ampio sentiero, dirigersi verso la traccia che porta alla Forcella dei Mughi. Arrivati ad una Casera, ampie indicazioni indicano, sulla sinistra, una traccia segnata anche con bolli di vernice (presente anche una tabella indicante la via per la ferrata Mario Minonzio allo Zuccone Campelli). Per sentiero molto vario, spesso quasi per roccette (le Coldere), ci si inerpica e si sale molto velocemente fino ad una sella e, successivamente, ad un grosso masso su cui, sempre a vernice, è indicata la possibilità di prendere la cengia mediana del Barbesino (che porterebbe all'attacco del sentiero attrezzato Minonzio). Tenendosi ancora a sinistra e portandosi prima su una crestina e poi risalendo per tracce a volte poco chiare su un pendio prativo, si giunge ben presto ad una anticima e, di lì a poco, alla prativa cima dello Zucco del Barbesino, punto panoramico 'd'eccellenza non solo per il Vallone dei Camosci e per il Grupo dello Zuccone Campelli - Zucco di Pesciola che si ergono di fronte, ma anche per tutte le montagne che circondano questo gruppo "dolomitico" e spesso ingiustamente trascurato. Poco sotto la cima è evidente un intaglio da cui si osserva l'attacco del sentiero attrezzato Mario Minonzio, che da qui in poco più di un'ora porterebbe alla cima (permettendo così di compiere una eccellente passeggiata di cresta). Per la discesa è possibile: A) scendere all'intaglio e da lì scendere, con attenzione, nell'evidente canalone (un paio di corde fisse) che in una quarantina di minuti permette di tornare al rif. Lecco passando per il Vallone dei Camosci; B) tornare fino alla sella delle Coldere e da lì, prendendo a sinistra, scendere per evidente sentiero al rif. Lecco, passando per gli impianti di ski-lift che deturpano il Vallone.


Lavori in corso...

indietro